Ottobre 2018

SPORT

ATLETICA, 20 TITOLI NELLA I^ GIORNATA DEI CAMPIONATI ITALIANI CADETTI

Bronzo per Veronica Gentili

atletica

Assegnati 20 titoli nella prima giornata dei Campionati Italiani Individuali e per Regioni Cadetti allo stadio Guidobaldi di Rieti, manifestazione arricchita dal primo Festival Europeo della Velocità Giovanile. In un day-1 caratterizzato dalla pioggia, spicca la prestazione della livornese Rachele Mori, nipote del primatista italiano dei 400hs Fabrizio: 60,89 nel martello e seconda prestazione italiana all-time, non lontana dalla MPI di Lucia Prinetti del 2012 (61,74). Si va forte negli ostacoli con i successi del lombardo Paolo Gosio, 8° cadetto di sempre con 13.22 (+0.7) e dell’emiliana Sandra Milena Ferrari (11.31/-0.9). I padroni dello sprint sono il lombardo Samuele Rignanese (9.32/-1.1) e la veneta Desiree Muraro che hanno ricevuto dall’olimpionica Gabriella Dorio la maglia azzurra e domani correranno per l’Italia nella finale della manifestazione riservata ai migliori prospetti dello sprint continentale, organizzata da FIDAL con il supporto di Regione Lazio.

È la grande novità di questa edizione tricolore, hanno partecipato 25 nazioni e domani si gareggerà per il titolo, nell’augurio che sia un arrivederci al 2020 quando a Rieti si terranno gli Europei Allievi, di cui saranno protagonisti proprio i nati nel 2003-2004.

I tempi più veloci nelle batterie  degli 80 animate dagli sprinter internazionali sono del francese Jeff Erius (9.13/-0.9) e della greca Polyniki Emmanouilidou (9.90/-0.6). Tra gli altri risultati della prima giornata, da segnalare il progresso di oltre un metro nel peso per il lombardo, portiere di calcio di origini congolesi Emmanuel Segond Musumary (17,90) e la rincorsa della veneta Greta Brugnolo alla sua MPI del pentathlon: con 2861 punti è virtualmente in vantaggio, a metà gara, sul suo score da primato di 4667.

Al termine della prima giornata la classifica cadetti è guidata dalla Lombardia con 177 punti, su Lazio (173) ed Emilia Romagna (167), mentre al comando della graduatoria cadette svetta il Veneto con 188 punti davanti alla Lombardia e al Lazio, entrambe a 168.

BRONZO PER VERONICA GENTILI

PB e titolo italiano per Tare’ Miriam Bergamo, discobola veneta di 1.81, nigeriana da parte di mamma (papà è italiano). Si allena a Rovigo con Vito Quaranta la nuova campionessa (37,17)  ispirata dal nonno Vittorio. Da piccola si dedicava al pattinaggio artistico e adesso frequenta anche scuola di canto per valorizzare la sua voce black. Quasi cinque i metri di vantaggio sulla marchigiana Eva Joao Polo (Collection Atl. Sambenedettese) che all’ultimo lancio, con 32,68, scalza dal secondo posto la nostra Veronica Gentili (Studentesca Milardi Rieti) cresciuta a 31,44.

(da Fidal)

condividi su: