Agosto 2019

EVENTI E MANIFESTAZIONI

AMATRICE 100 ANNI DON MINOZZI. FONTANELLA "ORGOGLIOSI DI OSPITARE LA CELEBRAZIONE"

storia

“L’Opera   Nazionale per il Mezzogiorno d’Italia compie cento anni, siamo onorati di ospitare ad Amatrice la celebrazione del Centenario e siamo orgogliosi di appartenere a questa terra che ha dato i natali ad un grande uomo come Giovanni Minozzi, immensa figura di Sacerdote, che tanto ha dato all’Italia nella sua vita - annuncia  il Sindaco di Amatrice Antonio Fontanella - Domani alla Sala Mensa del Polo del Gusto sarà raccontata la vita di quest’uomo e la vicenda dell’Opera, che è sempre stata un tesoro prezioso per Amatrice. Cosa sarebbe stata, Amatrice, senza l’Opera? Probabilmente qualcosa di molto diverso da ciò che è, non c’è dubbio. Cento anni di storia di questa terra sono profondamente intrecciati con i cento anni di vita dell’ONPMI e di Don Minozzi, penso all’epoca degli orfanotrofi, a quanto tutto questo ha significato per tante persone: un tetto dove riparare la testa, l’istruzione, un lavoro da imparare. Per tanti anni, qui gli orfani di tutta Italia hanno trovato ricovero e conforto. E poi la Casa di Riposo, le attività per i giovani, e la grande opera del post terremoto, di assistenza, aiuto, sostegno per tutti, specialmente per i più bisognosi, in perfetta linea con l’insegnamento del grande fondatore. Credo che se oggi siamo quello che siamo, in gran parte lo dobbiamo a quest’uomo e alla sua Opera. Domani sarà un grande giorno, ricorderemo insieme la missione del Sacerdote e dell’Onpmi, e parleremo del futuro, di quell’Istituto intitolato a Padre Minozzi che sta per essere ricostruito e che costituirà ancora un importantissimo punto di riferimento per questo territorio. Sarà una struttura ricca di opportunità, per Amatrice e per il suo popolo, alla quale avevamo infatti pensato come soluzione prioritaria per la ricostruzione del nostro Ospedale. È una speranza che ancora coltiviamo, pensiamo davvero che quel luogo sarebbe perfetto, sia per la sua ubicazione che per lo spirito stesso con cui l’Istituto nacque. Ringrazio il Vescovo Domenico Pompili, don Savino D’Amelio e Don Cesare Faiazza per questa bella occasione per stare insieme, dedicata ad Amatrice e alla sua gente”.

condividi su: