Febbraio 2021

SALUTE

AMAR INVITA AL SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE: RISPONDI AL BANDO!

lavoro, solidarietà

Storia del Servizio Civile

Il Servizio  Civile nasce nel 1972 come diritto  all’obiezione di coscienza al servizio militare; era quindi  alternativo alla leva e, in quanto tale, obbligatorio; nel 2005 viene sospeso il servizio di leva obbligatorio, mentre prosegue  il percorso  di crescita del servizio civile su base volontaria, aperto anche alle donne. 

Oggi è regolato dal Decreto Legislativo n° 40/2017 ; da nazionale è diventato universale (SCU) e c’è l’obiettivo  di renderlo  un’esperienza aperta  a tutti quei giovani  che desiderano farlo e certamente rappresenta un’importante occasione di formazione e crescita personale e lavorativa per tanti ragazzi che sono , non dimentichiamolo mai, un’indispensabile e vitale risorsa per il progresso culturale, sociale ed economico del nostro Paese. 

Chi vuole fare  questa importante esperienza sappia che i bandi sono ancora aperti  per cui è possibile  presentare domanda fino al 15 febbraio , ore 14.00. 

Quest’anno le domande possono essere presentate esclusivamente on line, attraverso la piattaforma DOL, raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone, all’indirizzo :  https://domandaonline.serviziocivile.it; prima però bisogna dotarsi  dell’Identità Digitale , con lo SPID2. I  requisiti per fare domanda sono:

-         Avere un’età tra i 18 e 28 anni ;

-         Essere cittadini italiani oppure cittadini di paesi dell’Unione europea o cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti;

-         Non aver riportato  condanne penali (anche non definitive)          

                                                                                                    

Anche quest’anno AMAR è presente  con il suo progetto; se si vuole fare il SCU con noi, dopo essere entrati in piattaforma ed aver fatto domanda, si va su:

-Programma : Salute – Risorsa per la vita quotidiana

- Progetto: Nessuno  Escluso

- Sede : AMAR

( ricordiamo che le attività dell’associazione si svolgono non solo a Cantalice ma anche a Rieti  e nei comuni  circostanti). 

Per scaricare il  progetto: http://www.csvlazio.org/scn/0doc/uOAL5366NessunoEscluso.pdf 

AMAR è l’acronimo di : Associazione Malattia Alzheimer di Rieti; noi ci occupiamo di persone  con deterioramento cognitivo (demenza)  e delle loro famiglie; facciamo attività  di sensibilizzazione; corsi  vari  di formazione per  i familiari, le  badanti, i volontari  etc etc;   facciamo  servizi per  l’ assistenza ( così carente nel nostro territorio)    come l’ Alzheimer Caffè ( centri dedicati alle persone affette da demenza) ; facciamo assistenza domiciliare leggera; prendiamo in carico i malati e le famiglie, cercando di supportarle, aiutarle, indirizzarle, accompagnarle nel loro difficile compito. 

Nell’anno 2020 ed in questo inizio 2021,  la pandemia  da COVID -19, è passata come un ciclone che ha sconvolto  la vita di tutti! In particolare, sono stati colpiti (soprattutto dal punto di vista sanitario) i soggetti anziani  o come  elegantemente si dice, gli ultra65enni; soprattutto  quelli più fragili;  abbiamo avuto più di 90.000 morti ufficiali; di queste, almeno il 20%, ha riguardato persone con demenza; e  quei malati di demenza che non si sono contagiati o che hanno superato l’infezione, sono comunque di molto peggiorati, sia sul piano fisico che psicologico; noi  dell'AMAR siamo stati costretti (come tutti) a chiudere i nostri centri ed a interrompere i nostri servizi. 

Adesso dobbiamo ripartire, gradualmente e compatibilmente con  l’evoluzione della pandemia; ci aspetta molto lavoro; ma i nostri malati, queste persone che non ricordano più il passato e non comprendono il presente, sono le stesse  persone che – dopo la guerra - hanno ricostruito il nostro Paese; sono stati gli artefici del – miracolo economico italiano-, sono quelli che  hanno fatto dell’Italia la V° potenza mondiale  (adesso non so bene, dove siamo collocati!); ora, hanno bisogno loro di noi; abbiamo  l’obbligo morale di restituire, almeno in parte, quello che ci hanno dato. 

E’ per questo che, in associazione, abbiamo  bisogno dei ragazzi, del loro entusiasmo, della loro forza, del loro aiuto, PER RIPARTIRE ! 

E’ per questo che speriamo che siano in molti a scegliere il nostro progetto,  

Per ulteriori informazioni sul bando e sui progetti, ci si può collegare al sito  www.volontariato.lazio.it , oppure contattare la – Casa del Volontariato-  di Rieti  sita in via E. Mercatanti 5/E – tel. 0746/272342. 

Telefono Pronto Alzheimer : 3280616753

 

condividi su: