Giugno 2019

PROVINCIA

AGGREDISCE LA MADRE CON UN COLTELLO, ARRESTATO

cronaca

La sera di domenica 07 luglio, la centrale operativa della Compagnia Carabinieri di Poggio Mirteto, riceveva sulla linea di emergenza 112, una richiesta di aiuto da parte di una anziana donna spaventata, che segnalava di essere  stata aggredita dal figlio all’interno dell’abitazione familiare. L’operatore della centrale operativa rimaneva costantemente in contatto telefonico con l’anziana donna, che nel frattempo era riuscita a mettersi al sicuro chiudendosi all’interno della camera da letto. Nel frattempo venivano fatte convergere sul posto le unità di pronto intervento in circuito in quel momento nella giurisdizione.

Una pattuglia dell’aliquota radiomobile della Compagnia mirtense giunta sul posto, dapprima riusciva ad entrare all’interno facendo desistere l’uomo dalle proprie minacciose intenzioni visto che si trovava in stato di forte alterazione, dopodiche’ permetteva alla donna di uscire in sicurezza dalla stanza ove si era rifugiata. L’anziana madre raccontava ai Carabinieri che pochi minuti prima il figlio 55enne S. M. per incomprensioni personali e motivi futili, brandendo un coltello di fattura artigianale la minacciava di morte e di essere riuscita ad evitare il peggio soltanto perché aveva fatto in tempo a chiudersi all’interno della propria camera da letto.

A conclusione dei primi riscontri che tra l’altro permettevano di recuperare e sequestrate tre armi bianche, l’aggressore veniva accompagnato presso gli uffici della compagnia carabinieri di POGGIO MIRTETO, dichiarato in arresto per maltrattamenti in famiglia aggravati e nella notte tradotto presso la Casa Circondariale di Rieti a disposizione dell’autorità  giudiziaria.

condividi su: